PII Montecity Rogoredo – la variante

Date : 28 Febbraio 2019

Milano Santa Giulia è uno dei più vasti progetti di riqualificazione urbana in Europa, che si estende su una superficie di 1.200.000 mq. in un’area strategica a sud est di Milano. Il progetto di riqualificazione dell’area di Milano Santa Giulia, approvato nel 2005, prevede l’edificazione complessiva di circa 600.000 mq. di edilizia privata e di circa 13.000 mq. di edilizia pubblica.

Nella parte sud, sono stati edificati tra il 2006 e il 2009 circa 200.000 mq. tra edilizia residenziale convenzionata e libera, per circa 1.400 alloggi e la Sede di Sky Italia, dove lavorano circa 1.500 persone. Ad oggi, è in fase di costruzione il terzo edificio, già affittato a Sky, per complessivi 18.000 mq. fuori terra.

Il coordinamento progettuale è stato curato da uno dei più autorevoli nomi dell’architettura contemporanea: Norman Foster dello Studio Foster & Partners.

Dopo aver analizzato le mutate condizioni economiche, le diverse esigenze del mercato e della città di Milano e le criticità del precedente Masterplan, la Società ha predisposto alcune varianti, ispirandosi ai principi LEED:nd di elevata sostenibilità ambientale.

Nel gennaio 2014, è stata depositata al Comune di Milano la nuova proposta progettuale per circa 440.000 mq. edificabili, che si basa sull’eterogeneità delle destinazioni come un valore e come opportunità sociale. Milano Santa Giulia è stato pensato e proposto come un quartiere innovativo e del futuro, puntando sull’integrazione di due dimensioni chiave: la sostenibilità e la smartness.

Fonte: DUP (Documento Unico di programmazione 2019-2021)  Comune di Milano