Milano, La Scala cresce: arriva la torre uffici (con sala prove ipogea) firmata Mario Botta-Emilio Pizzi – L’edificio si ispira alla Torre Velasca. Alla base una sala prova alta 14 metri completamente ipogea

Date : 15 Aprile 2019

Impresa Esecutrice: ATI D’Adiutorio Appalti e Costruzioni (mandataria) e Gianni Benvenuto

Collaudatori in corso d’opera e finale: Ing. Antonio Turco, Arch. Carlo Maria Corsi, Ing. Fabio Fumagalli

Il Teatro alla Scala di Milano si prepara ad avviare i lavori per la nuova addizione firmata Mario Botta ed Emilio Pizzi. È stata aggiudicata, in via definitiva, la gara per l’affidamento dei lavori dei nuovi volumi da costruire sul lato di via Verdi, in continuità con il retropalco del Teatro, e sono stati selezionati i membri della commissione di collaudo in corso d’opera e finale.

Al posto della palazzina ex San Paolo (già demolita) sarà realizzata una sala prove hi-tech, interamente sotterranea, e si ergeranno nuovi uffici, in parte contenuti in una torre più larga verso la cima sorretta da squadrati beccatelli. Una forma che si ispira a quella di un edificio iconico dello skyline milanese: la Torre Velasca.

Tratto dall’articolo di Mariagrazia Beretta su Edilizia e Territorio-Sole 24ore del 10 aprile 2019