Milano 2020 – STRATEGIA DI ADATTAMENTO

Date : 25 Aprile 2020

Un documento proposto dal Comune di Milano e aperto al contributo della città per elaborare una strategia per la cosiddetta “Fase 2″.

Attraverso un form pubblicato sul sito del Comune di Milano e aperto al contributo della città per elaborare una strategia per la cosiddetta “Fase 2″ sarà possibile inviare il proprio contributo al testo. I contributi saranno racconti fino a fine maggio e raggruppati in un documento dinamico in continua evoluzione a fronte dei nuovi scenari.

Il piano punta in generale su una riorganizzazione dei tempi e degli spazi della città: dalla ridefinizione dell’uso delle strade e degli spazi pubblici, all’aumento degli spostamenti con la bicicletta e a piedi, alla riscoperta della dimensione di quartiere per vivere la città in modo diverso, senza il pericolo di creare assembramenti. Ma anche al consolidamento dello smart working, al ripensamento degli orari della città, delle scuole, dei negozi, delle attività produttive.

Di particolare interesse il capitolo INFRASTRUTTURE, EDILIZIA E OPERE PUBBLICHE 

Tra gli altri obbiettivi enunciati: diminuire i tempi delle procedure, semplificando, standardizzando e dematerializzando gli atti.

  • diminuire i tempi delle procedure, semplificando, standardizzando e dematerializzando gli atti.
  • attuare semplificazioni nelle procedure del codice degli appalti per accelerare i tempi di selezione delle imprese e di stipula dei contratti e realizzazione delle opere.

Per il ‘post lockdown’, Milano lavora a un piano che prevede la riorganizzazione dei tempi e dei servizi della città con la necessità di contenere il contagio e consentire gli spostamenti e per contenere il numero di auto in circolazione e la congestione conseguente al limitato uso dei mezzi pubblici, l’Amministrazione comunale motivo sta progettando la realizzazione, entro la fine dell’anno, di 35 chilometri di nuove piste ciclabili che vanno ad aggiungersi agli attuali 220 km e nuovi parcheggi per bici e moto. La ESTENSIONE RETE CICLABILE riguarderà percorsi lungo le principali direttrici radiali e circolari della città connettendo i tratti di nuova realizzazione a quelli della ciclabilità esistente