Teatro Elfo Puccini, Milano

  • Anno 2007
  • Luogo corso Buenos Aires,33 Milano
  • Stato ultimato
  • Committente comune di Milano
  • Riferimento

La ristrutturazione dell’ex cinema Puccini (di proprietà dell’Amministrazione Comunale) è il risultato delle soluzioni del progetto preliminare approvato dalla Giunta Municipale il 24.09.2002 e prevede la realizzazione di tre sale teatrali con una nuova dimensione ricettiva, che da 1800 spettatori si riduce a 958, permettendo l’adeguamento della nuova struttura ai requisiti di sicurezza oggi richiesti.

Il complesso teatrale è posto sul fondo della galleria Puccini di corso Buenos Aires a Milano. L’edificio, in stato di abbandono dal 1983, ha richiesto una completa ristrutturazione strutturale e tecnologica. L’edificio è composto da cinque corpi addossati a costituire un’unica entità.

  1. Il corpo principale: costituito dalla platea, dalla galleria e dalle maniche laterali dei corridoi e dei percorsi del teatro. Sono presenti alcuni corpi aggettanti e superfetazioni.
  2.  La torre scenica: addossata al corpo del teatro, in cemento armato con copertura in leggera pendenza.
  3. Il retro scena: in aderenza alla torre scenica e ad un edificio confinante, è di limitate dimensioni e di minore altezza; ha copertura a falde in lamiera.
  4. Il prolungamento della galleria Puccini: a piano terreno sono localizzati l’atrio e il foyer mentre al piano superiore si estende l’ex cinema Fiammetta. La struttura è in cemento armato e la copertura è realizzata con travi reticolari in acciaio e con lastre di eternit.
  5. Il cavedio: satura l’area compresa tra la torre scenica, il retro scena e il corpo del Fiammetta. E’ composto da tre piani fuori terra e ha una  copertura piana praticabile.

Il primo obiettivo del progetto è stato quello di migliorare l’ accessibilità dell’area attraverso la demolizione dei corpi aggettanti non indispensabili e la realizzazione di un collegamento che renda accessibile il palcoscenico per l’alimentazione delle scene e dei materiali. Il sollevamento del palcoscenico ha consentito la realizzazione di un ampio sotto palco, la localizzazione del laboratorio di scena e dei locali tecnici disimpegnati dall’esterno e l’ampliamento della zona dell’atrio, in tal modo distinto dal foyer.

Al piano terreno è localizzata la sala da 300 posti con scena integrata mentre l’ex cinema Fiammetta è ridotto alla capacità di 100 posti. La biglietteria conserva la posizione originaria ed è dotata di un piccolo locale di “retro biglietteria” di sicurezza. L’atrio disimpegna i flussi di accesso alle varie sale, ma i percorsi verso le uscite di sicurezza sono distribuiti su tutti i lati dell’edificio. Salendo oltre la quota dell’ultimo percorso di galleria della gradinata si accede agli uffici del teatro. La particolare attenzione alla tematica del rumore ha condotto alla scelta dei materiali fonoassorbenti e alla verifica del rispetto dei parametri di riferimento per l’impiego delle macchine.

Su volontà della Soprintendenza ai Beni Ambientali e Architettonici è stato eseguito un restauro conservativo sulla parete di fondo della attuale platea del teatro e del pavimento in mosaico dell’atrio, databile agli anni Trenta, per conservare anche questo richiamo storico identificabile nell’edificio.

 

  • Anno 2007
  • Luogo corso Buenos Aires,33 Milano
  • Stato ultimato
  • Committente comune di Milano
  • Riferimento